Taranto, presentata II edizione di “Taranto Regeneration Urban and Street”

Dal 15 al 30 settembre, sedici artisti di fama internazionale contribuiranno allo sviluppo e alla valorizzazione del tessuto urbano e sociale della città di Taranto. Il capoluogo jonico sarà, infatti, il museo a cielo aperto più importante d’Europa, grazie ai colori e al talento dei 16 street artist. La seconda edizione del progetto “T.R.U.St. Taranto Regeneration Urban and Street” è realtà. Le pareti di diversi quartieri e zone della città (Salinella, Tramontone, Paolo VI, Borgo, sottopasso di via Ancona e Isola Madre) si coloreranno di opere uniche e originali. Contestualmente, saranno avviate anche attività laboratoriali che coinvolgeranno ragazzi e residenti. L’evento è curato, in collaborazione con il Comune, dall’associazione “Rublanum”, organizzatrice del progetto itinerante Gulìa Urbana, e dall’associazione “Mangrovie”. Il sindaco Melucci ha sottolineato in una conferenza stampa che “anche attraverso l’arte si può fare politica”.