Comune di Taranto: attività e servizi con obiettivo il sostegno alla conciliazione vita-lavoro

L’assessorato ai Servizi Sociali della giunta Melucci vanta una serie di attività e servizi che ha come obiettivo il sostegno alla conciliazione vita-lavoro, con particolare attenzione per le famiglie più vulnerabili della città di Taranto.

«In particolare – fa sapere l’assessore ai Servizi Sociali Gabriella Ficocelli – per affrontare il periodo estivo e l’assenza della scuola, pensando alla gestione diurna dei figli minori nella fascia di età 3-17 anni, provenienti da situazioni di fragilità socio-economica, abbiamo deciso di favorire loro la frequentazione a corsi ed attività estive diurne, che rappresentano un importante opportunità di apprendimento, di divertimento e di esercizio di espressione oltre che costituire un valido strumento di integrazione sociale e di supporto educativo».

Di seguito pubblichiamo il link dell’avviso pubblico con i relativi allegati: https://www.comune.taranto.it/index.php/41-avvisi/4249-avviso-pubblico-per-la-realizzazione-di-centri-estivi-per-minori-attivita-estive-centri-diurni-per-minori.

Chi può proporre attività estive per i minori?

Possono presentare una proposta progettuale di attività estiva organizzazioni che rientrino tra le seguenti categorie giuridiche: cooperativa sociale, associazione di promozione sociale, organizzazione di volontariato, ente ecclesiastico/parrocchia/oratorio, associazione sportiva dilettantistica o altro tipo di soggetto, anche pubblico e di impresa che perseguano ordinariamente finalità educative, ricreative, sportive e socio-culturali a favore di minori e abbiano un’esperienza almeno 2 anni (acquisita negli ultimi 5 anni) nel settore del presente avviso, o in alternativa siano dotati di un coordinatore del centro estivo che abbia maturato un’esperienza di almeno 2 anni (acquisita negli ultimi 5 anni), da attestare mediante autocertificazione.

Possono candidarsi anche i centri socio educativi diurni, ex regolamento Regione Puglia n. 4/2007, già convenzionati con l’ente per progetti di coinvolgimento dei minori 6-17 anni seguiti dai Servizi Sociali comunali, in attività estive antimeridiane, e per il solo modulo di 4 ore continuative giornaliere, per attività senza servizio mensa, fino ad un massimo di 2 mesi (8 settimane).

I soggetti interessati che vogliano proporre una o più proposte progettuali di attività estive potranno trasmettere il proprio progetto unicamente utilizzando i modelli allegato 1, all’indirizzo PEC serviziominori.comunetaranto@pec.rupar.puglia.it, riportando in oggetto la dicitura “BANDO CENTRI ESTIVI 2021”, fino ad esaurimento fondi.

Di seguito il link per la domanda di partecipazione: https://www.comune.taranto.it/attachments/article/4249/Allegato%201%20-%20Domanda%20di%20partecipazione.pdf.

Come si possono iscrivere i minori per partecipare alle attività estive?

La frequenza dei Centri estivi è gratuita per i bambini. Non appena sarà reso noto l’elenco dei gestori delle iniziative i genitori potranno iscrivere i propri figli dai 3 ai 17 anni compilando il modulo in ogni sua parte, sottoscritto da uno dei due genitori o dal genitore affidatario del minore, corredato della fotocopia della carta di identità del sottoscrittore e dal mod. ISEE 2020, non superiore a 20mila euro e presentato al seguente indirizzo mail: r.leno@comune.taranto.it.

Di seguito il link per l’iscrizione: https://www.comune.taranto.it/attachments/article/4249/Allegato%202%20-%20Modulo%20di%20iscrizione.pdf.