Bari, contenzioso su Torre Quetta e bar di Pane e Pomodoro: Tribunale invita Comune a dialogo

Giudice, “rivaluti decisione su diniego a proroga concessione”

L’amministrazione comunale di Bari valuti la proroga della concessione per la gestione del bar, gino al 2033. L’auspicio arriva dai giudici del Tribunale penale di Bari, sezione misure di prevenzione, e riguarda il contenzioso tra Comune e la società “Il Veliero” che fino a un anno fa gestiva il bar della spiaggia cittadina Pane e Pomodoro e la spiaggia di Torre Quetta.

Il Tribunale nel gennaio scorso ha ammesso la società al controllo giudiziario e ha conseguentemente sospeso l’interdittiva antimafia che la Prefettura aveva disposto nel maggio del 2020. Oggi i giudici auspicano una proroga della concessione per altri 15 anni. Il rapporto tra la società e il Comune è da più di un anno al centro di un contenzioso tuttora pendente dinanzi ai giudici amministrativi. Per quanto riguarda la spiaggia di Torre Quetta, il Comune ha pubblicato un nuovo bando per la gestione che è stato impugnato dalla società dinanzi al Tar. Con riferimento al bar di Pane e Pomodoro, invece, l’amministratore giudiziario nominato dal Tribunale ha chiesto la riattivazione della concessione demaniale, ottenendo nelle scorse settimane un no dal Comune. Ora il Tribunale “invita il Comune a rivisitare la propria decisione in merito al diniego di proroga della concessione”. “Il Comune valuterà attentamente il provvedimento – commenta il direttore generale Davide Pellegrino – anche perché lo stesso rappresenta un assoluto inedito, di cui non ci constano precedenti, considerando anche che l’intera procedura è di recente istituzione”.