A Triggiano il Cantiere dell’antimafia sociale in una villa confiscata alla Mafia

Nella città natale di Rocco Di Cillo, Triggiano, un bene confiscato alla mafia torna a vivere, grazie ai Cantieri dell’antimafia sociale. In contrada Lame 56, in una grande villa, appartenuta in passato ad un contrabbandiere, sarà infatti realizzato un forno sociale, nel quale verrà prodotto il pane di Triggiano, primo pane dell’antimafia.

Il Comune di Triggiano è stato infatti vincitore del bando “Cantieri innovativi di Antimafia sociale: educazione alla cittadinanza attiva e miglioramento del tessuto urbano” della Regione Puglia: obiettivo, sensibilizzare vecchie e nuove generazioni al tema dell’antimafia sociale