Decaro: “Bari si sveglia piu’ triste e con un grande peso sul cuore”

In un post su facebook il primo cittadino commenta i tragici eventi del week-end: gli incidenti mortali sulla statale 16 e quello sulla funivia Mottarone, costato la vita a Roberta Pistolato e Angelo Vito Gasparro

“Questa mattina la nostra città si sveglia più triste e con un grande peso sul cuore”: queste le parole del sindaco di Bari, Antonio Decaro, in un post su facebook, sugli eventi tragici di questo weekend. Prima gli incidenti mortali sulla statale 16, costati la vita a un bambino di 8 anni e a un motociclista di 36.

Poi, l’incidente sulla funivia Mottarone, sul versante piemontese del lago Maggiore, che ha causato la morte di 14 persone, tra le quali due coniugi baresi: Roberta Pistolato di 40 anni e Angelo Vito Gasparro di 45.

“Dopo i tragici incidenti sulla SS 16 di sabato – si legge nel post di Decaro -, ieri l’ultimo messaggio alla famiglia di Roberta Pistolato, medico barese, da qualche tempo residente nel piacentino, prima che il cavo della funivia sul lago Maggiore si spezzasse, provocando la strage di cui oggi tutta Italia parla”.

Il sindaco di Bari ha ricordato quanto il destino sia stato ingiusto con i suoi due concittadini. “Roberta – come scritto da Decaro – aveva scelto di festeggiare il suo compleanno con suo marito, provando a riassaporare qualche piccolo gesto di normalità: una gita sul lago, qualche giorno di spensieratezza e la voglia di tornare a vivere”.

“Mentre si accertano le cause dell’incidente, Bari – si legge a margine del post pubblicato da Decaro – piange le vittime di queste giornate maledette, e si stringe con un abbraccio forte alle famiglie che in queste ore devono far fronte a un dolore immenso”.