Bari, pubblicato bando per la concessione triennale della spiaggia di Torre Quetta

Il sindaco Decaro: “Non ci siamo arresi davanti ai problemi e alle vicissitudini, vogliamo riconquistare spazi e momenti di normalità”

Nuove prospettive si aprono per la spiaggia di Torre Quetta, sul lungomare a sud di Bari. Dopo la vicenda giudiziaria che ha coinvolto gli ex gestori, destinatari un anno fa di un provvedimento interdittivo antimafia, dal sindaco Antonio Decaro arriva la conferma di un bando pubblicato dal Comune per la gestione triennale della spiaggia. “A piccoli passi – spiega Decaro – vogliamo riconquistare spazi e momenti di normalità per quando, finite le restrizioni, potremo tornare a vivere insieme. Torre Quetta è un simbolo per questa città: qui i baresi hanno riscoperto il nostro mare e imparato a vivere la nostra costa di giorno e di sera”. E in merito alla vicenda giudiziaria che ha riguardato la struttura, il primo cittadino si mostra ottimista rispetto al futuro.
“Non ci siamo arresi davanti ai problemi e alle vicissitudini, – dichiara Decaro – perché il nostro obiettivo è consegnare questo spazio ai cittadini, alle famiglie, ai più giovani, a tutti quelli che scelgono Bari. Torre Quetta tonerà e sarà più bella e più forte di prima”. Per quanto riguarda l’avviso pubblico, il futuro concessionario dovrà trasmettere la proposta entro il 7 giugno, si occuperà di gestire parcheggio, campo di beach volley, chioschi e gazebo per attività di vendita di alimenti e bevande. Dovrà, inoltre, provvedere alla pulizia e alla manutenzione della struttura, tranne per quanto concerne l’impianto idrico, i pontili e la spiaggia in ciottoli. L’aggiudicazione – fa sapere il Comune – avverrà in favore del massimo rialzo percentuale sul canone a base di gara, pari a 35.483 euro per l’intera durata della concessione. Il sindaco Decaro affida alle sue pagine social un augurio per il futuro. “Dobbiamo solo augurarci – scrive in un post – che per la nuova apertura non ci siano più restrizioni e di poterci dare appuntamento presto tutti a Torre quetta!”.