Emergenza Covid. Bolognetti prosegue sciopero della fame

“No ai certificati verdi”. E quanto detto da Maurizio Bolognetti, segretario Radicali Lucani, giunto al 20esimo giorni di sciopero della fame per chiedere verità sull’emergenza sanitaria.

E’ giunto al ventesimo giorno l’azione non violenza di Maurizio Bolognetti, segretario di Radicali Lucani, in sciopero della fame nella sua Latronico, nel Potentino, per chiedere verità sui 15 mesi di emergenza sanitaria dovuta al Covid, “fattasi – ha dichiarato – emergenza democratica” con provvedimenti reiterati per contenere l’epidemia, in primis i DPCM, o le discussioni sul coprifuoco.

Richiamato il rispetto dei diritti umani, libertà, giustizia sociale e costituzione.
Dopo aver comunicato in una lettera al Ministro dell’Interno, la lucana Lamorgese, la disobbedienza civile del 30 aprile scorso con spostamento dalla Basilicata alla Calabria, entrambe in zona arancione, Bolognetti ha rimarcato la discriminazione dei “Certificati verdi”.