Primo Maggio, a Bari la cerimonia in Piazza Chiurlia nei pressi della targa a Di Vittorio

Decaro: “Quest’anno il Primo Maggio si festeggia lavorando, sperando che presto anche tanti altri lavoratori possano ripartire”

Una lavoratrice della Sanità e una del Commercio. I due settori simbolo dell’emergenza sanitaria. E non a caso solo loro a riporre una corona di fiori ai piedi della targa al sindacalista Giuseppe Di Vittorio, in piazza Chiurlia a Bari. Una celebrazione sobria ma importante per una giornata, il primo maggio, che per il secondo anno consecutivo assume un significato ancora più grande.

Un momento di riflessione per chi il lavoro lo ha perso a causa della crisi e per chi ha dato la vita sul posto di lavoro, mosso dallo spirito di servizio. Nel nome di Di Vittorio, politico, antifascista, storico dirigente della Cgil, che lottò sempre per i diritti dei lavoratori.