Pasqua e Pasquetta blindate: controlli piu’ stringenti in Puglia durante le festività

Massima attenzione per evitare un peggioramento dei contagi

Controlli a tappeto per Pasqua e Pasquetta per evitare che le festività prestino il fianco ancora una volta al virus. Questa la parola d’ordine in Puglia, che mai come in questa terza ondata deve fare i conti con l’emergenza pandemica.

I controlli saranno più stringenti in tutta la regione, dove i prefetti dei capoluoghi di provincia hanno dato disposizione di vigilare con la massima attenzione sulle principali arterie stradali, con un impiego consistente di uomini e mezzi.

E’ il caso, ad esempio, di Foggia. Nel capoluogo dauno, infatti, la polizia locale ha messo a disposizione droni per monitorare aree di particolare sensibilita’. Anche a Bari e nell’area metropolitana, l’intenzione e’ quella di non permettere che si ripetano scene simili a quelle viste nei giorni scorsi, quando nonostante la zona rossa il via vai sulle strade e in citta’ davanti ai supermercati era stato motivo di allarme.

L’appello per una Pasqua in tono decisamente minore e’ arrivato anche dai massimi rappresentanti delle istituzioni. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, dopo il record di contagi registrato nei giorni scorsi, ha fatto un appello ai pugliesi a ridurre al massimo ogni occasione di incontro. Un appello condiviso dall’assessore alla Sanita’, Pier Luigi Lopalco, che ha rincarato la dose: “Una visita di cortesia per scambiarsi gli auguri può essere il preludio di una tragedia – ha detto nei giorni scorsi Lopalco -. Il virus cammina su chi si incontra, si saluta o si abbraccia e – ha concluso l’assessore alla Sanita’ pugliese – si propaga ad altissima velocità”.