Trentennale sbarco Brindisi, il premier albanese: “Istituzionalizzeremo giornata del 7 marzo”

“Questa giornata è importante non solo per l’Albania e per Brindisi, ma per la storia dell’umanità in questa parte del mondo. Quello che è successo quel giorno, la reazione della comunità brindisina è una lezione di umanità per tutti ed è anche un esempio da mostrare a tutti: non è la paura dell’altro, ma è l’amore verso il prossimo che mette al sicuro il futuro dei propri figli”. Lo ha detto il primo ministro albanese, Edi Rama, a Brindisi nel trentennale dello sbarco di 25mila albanesi al porto.

“Non sapevo di questa storia della medaglia – ha aggiunto riferendosi alla richiesta fatta dal sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, del riconoscimento di una medaglia al valore civile per l’accoglienza data in quei giorni al popolo albanese – l’ho sentita solo adesso, so che non possiamo correre ai ripari con le nostre medaglie, ma io volevo dire oggi qui che noi vogliamo fare della data del 7 marzo, una data di obbligatoria visita del governo albanese a Brindisi per porre l’espressione della gratitudine eterna e anche per non lasciare che questa storia sia dimenticata. E’ una storia molto importante per i vostri e per i nostri figli, che devono vivere nell’Europa di domani e rischiano di fare degli errori se non ricordano quello che – ha concluso – i loro padri hanno fatto”. (ANSA)