Potenza, 8 marzo con volti e storie di “donne coraggiose”

Presentato il Progetto “Artefici del nostro destino” promosso dall’associazione “Per una Libera Università delle Donne”. In occasione dell’8 marzo, un manifesto ed un video online veicoleranno i volti che hanno contribuito ad innalzare il valore femminile nella società.

La riscoperta di donne che hanno contribuito a cambiare il paradigma nel racconto del mondo, tra gli esempi, l’attrice Franca Rame e la calciatrice Sara Gama, la giornalista Giovanna Botteri e la cantautrice Fiorella Mannoia. Volti, sacrifici e messaggi di positività nel rispetto di un ideale da consegnare alle giovani generazioni: essere donna è una grande bellezza.
Prenderà il via in occasione dell’8 marzo il progetto “Artefici del nostro destino”, promosso dall’associazione “Per una Libera Università delle Donne”. A Potenza, scelta la palestra dell’Istituto Bramante nei pressi del Ponte Musmeci, per l’affissione di un manifesto 7×7 simboleggiante 24 donne che hanno fatto la differenza, realizzato dal grafico Luca Sanchirico e messo gratuitamente a disposizione dalla concessionaria. Un video, invece, prodotto dallo studio Namias con altrettante 150 di loro, sarà proiettato sui social. A spiegare l’iniziativa la presidente Adriana Salvia.
Offerto un contributo a vario titolo da Margherita Perretti, presidente della Commissione regionale pari opportunità, Vittoria Rotunno, assessore alle Pari opportunità del Comune di Potenza, Cristiana Coviello, Angela Blasi e Rosita Larocca.