Bari, il Comune candida il progetto del parco costiero al Recovery Plan

Un progetto, quello del parco costiero della zona a sud della città di Bari, che il Comune ha deciso di candidare al Piano nazionale di ripresa e resilienza elaborato dal Governo nell’ambito delle misure relative alle opere strategiche e grandi attrattori turstico-culturali.

Si tratta di uno stralcio del più ampio progetto di riqualificazione della costa sud cittadina per cui il Comune ha prima bandito il concorso internazionale di idee “Bari Costasud” e successivamente affidato la pianificazione esecutiva dell’intervento ai soggetti vincitori.

Ora, Palazzo di Città ha deciso di cogliere l’occasione offerta dalla misura nazionale per candidare il progetto del parco costiero per un importo di 75 milioni di euro. Un progetto che si pone l’obiettivo di realizzare un parco lineare costiero lungo 6 km che connetta il lungomare monumentale novecentesco e le spiagge urbane con i quartieri collocati a est e a sud del nucleo urbano centrale, diventando quindi l’area verde più grande dell’area metropolitana di Bari. D’altra parte il progetto intende anche ampliare l’offerta turistico-culturale all’interno di uno scenario che registra negli ultimi anni una domanda sempre crescente, potenziando l’impulso allo sviluppo economico legato alla costa, in una cornice di sostenibilità ambientale.

“Questa città non vuole arrendersi al presente – spiega il sindaco Decaro, nonché titolare della delega all’Urbanistica -. Arrendersi alle difficoltà di oggi e a questo momento di grandi incertezze sarebbe forse la nostra colpa maggiore nei confronti della comunità. In questi mesi non solo siamo andati avanti con le progettazioni ma abbiamo cercato di cogliere tutte le opportunità che ci permettessero di dare sostanza alla nostra visione di sviluppo urbano”.