Scuola, dopo docenti tamponi per alunni in scuole nel Barese

Iniziativa dei sindaci di Triggiano e Molfetta

Dopo i tamponi a docenti e personale scolastico, in alcuni Comuni del Barese i sindaci stanno estendendo lo screening a tappeto su alunni e studenti.

“Prima del rientro in classe, per garantire la massima sicurezza, stiamo sottoponendo al tampone i bambini e il personale docente della scuola San Domenico Savio, dove nei giorni scorsi si è verificato un focolaio importante con decine di positivi” spiega il sindaco di Triggiano, Antonio Donatelli, che aveva firmato prima dell’Epifania un’ordinanza con la quale disponeva la Dad per tutti fino al 16 gennaio. In queste ore sono stati eseguiti dalla Asl più di cento e hanno dato tutti esito negativo. “Lunedì si tornerà a scuola in presenza – continua il sindaco – e stiamo facendo il possibile affinché tutti i ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo grado vengano sottoposti a tampone preventivo. Mi rivolgo a tutti i genitori dei bimbi che frequentano la scuola: vi prego di sottoporre i vostri figli al tampone”, afferma il primo cittadino spiegando che “i test saranno a carico del Comune e quindi del tutto gratuiti per le famiglie”. Anche a Molfetta, dove nei giorni scorsi il Comune ha sottoposto a tampone 856 persone tra docenti e personale scolastico (solo 3 risultati positivi), il sindaco Tommaso Minervini ha lanciato la proposta ai presidi di estendere i test rapidi, sempre su base volontaria, agli studenti delle scuole superiori “al fine – dice – di tutelare al meglio tutta la popolazione scolastica e fare in modo che si stia a scuola in sicurezza”.