Puglia, ritorno a scuola il 7 gennaio: per i presidi la situazione è ancora molto confusa

Roberto Romito, presidente Anp Puglia: “La soluzione dei doppi turni è inaccettabile”

Si avvicina il 7 gennaio, data del presunto ritorno in aula. Un rientro “prioritario”, per il ministro della Salute, Roberto Speranza. Così come per la ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, che sostiene di aver dato mandato alle Prefetture per potenziare i mezzi di trasporto e scaglionare gli orari scolastici, come se la didattica in presenza fosse già al 75%. Ingressi e trasporti sono i nodi cruciali della questione scuole, anche in Puglia, dove l’epidemia ancora segna numeri importanti. A chiedere chiarezza sono i dirigenti scolastici, che ravvisano criticità sul modello dei doppi turni e chiedono di poter partecipare alle decisioni. Secondo Roberto Romito, presidente dell’Anp Puglia, l’Associazione nazionale dei presidi, la situazione è tuttora molto confusa.