Matera, santuario di Picciano chiuso per due settimane, nuova ordinanza di Bennardi su distributori

“La nostra preoccupazione relativamente al Covid in questi giorni è massima, perché siamo di fronte a un aumento piuttosto preoccupante dei casi positivi. Numeri che non avevamo mai avuto in città”.

Queste le parole del sindaco di Matera, Domenico Bennardi, per invitare i cittadini alla massima prudenza in un momento delicato per la città. Nelle scorse intanto l’arcivescovo della diocesi Matera-Irsina, Antonio Giuseppe Caiazzo, ha comunicato che nel santuario di Picciano si sono verificati alcuni casi di contagio tra i monaci della comunità benedettina. Per questo il santuario rimarrà chiuso per due settimane. Nessuno dei contagiati necessiterebbe di ricovero ospedaliero, nonostante qualcuno di loro presenti sintomi. L’ufficio igiene e l’azienda sanitaria locale hanno comunicato di aver già adottato tutte le misure necessarie per impedire la diffusione del contagio, provvedendo anzitutto all’isolamento immediato dei positivi. È stata inoltre già attivato il tracciamento dei contatti stretti. “Preghiamo la madonna di Picciano perché continui a proteggere la comunità e tutti i fedeli che a lei guardano con filiale devozione”, ha dichiarato il vescovo. Situazione delicata che costringe a tenere alta la guardia. Ancora durante la diretta facebook il sindaco di Matera ha comunicato di aver firmato un’ordinanza con la quale viene disposta la chiusura di tutti i distributori automatici h24 presenti in città fino al 24 novembre dalle 21 alle 5 del mattino. L’obiettivo, è chiaro, deve essere ridurre gli assembramenti.