Covid-19, slitta al 28 settembre la riapertura in molte scuole pugliesi

La campanella sta per suonare anche in Puglia, ma non per tutti. Nelle ultime ore, infatti, stanno arrivando alla spicciolata comunicazioni da parte dei sindaci dei diversi Comuni pugliesi che annunciano un rinvio della riapertura delle scuole. Tra i primi, Michele Abbaticchio, primo cittadino di Bitonto, che sulla sua pagina social ha annunciato che le scuole nel Comune alle porte di Bari riapriranno non piu` il 24 settembre, bensi` il 28, invitando famiglie e studenti alla massima prudenza, con il controllo costante della temperatura prima di entrare in classe. Il sindaco Abbaticchio ha anche mostrato, in un breve video, i lavori portati avanti per garantire il distanziamento sociale nei plessi scolastici comunali: “Piu` di 1500 banchi monoposto – scrive su Facebook – piu` di 400 armadi con le nuove aperture”. A ruota, sono arrivate anche le comunicazioni dei sindaci di Gioia del Colle, Giovanni Mastrangelo, e di Valenzano, Giampaolo Romanazzi. Entrambi hanno disposto un`ordinanza con la quale hanno rinviato l`inizio del nuovo anno scolastico; rinvio dovuto alle difficolta` di attuare una puntuale disposizione della segnaletica e degli arredi ed una completa sanificazione dei plessi scolastici, oltre alla presenza in numerosi istituti scolastici dei seggi elettorali. Nella maggior parte dei casi, purtroppo, mancano gli spazi, i banchi e i presidi non vogliono assumersi la responsabilità di riaprire i plessi senza che le misure di sicurezza siano pienamente messe a punto. Un video messaggio poi e` stato pubblicato anche da Antonio Donatelli, primo cittadino di Triggiano. E poi, ancora, Noicattaro, Mola di Bari, Gravina, Altamura, Cassano delle Murge e Santeramo in Colle hanno disposto la riapertura il 28 settembre e non piu` il 24 come invece stabilito dalla Regione Puglia.