Bari, l’istituto tecnico Euclide riapre le porte a 181 alunni delle prime classi

Fino al 24 settembre le lezioni saranno a distanza

Con una settimana di anticipo è incominciato l’anno scolastico anche a Bari. L’istituto professionale Euclide-Caracciolo di Bari ha deciso di aprire le sue porte a 181 alunni di 9 prime classi. I ragazzi sono stati accolti nell’auditorium insieme ai genitori per conoscere i professori. Una scelta diversa rispetto alle altre scuole pugliesi che, come da calendario, riapriranno il 24 settembre. Da domani tutti i 901 studenti delle 41 classi dell’Euclide cominceranno le lezioni con la didattica a distanza fino al 24 quando, giorno in cui riaprirà in presenza. Misurazione della temperatura, mascherine, igienizzante e ingresso scaglionato, sono le regole anti Covid rispetatte all’ingresso. “Ci tenevamo particolarmente a organizzare questa giornata – spiega la preside Giovanna De Giglio – anche dividendo i posti in auditorium per l’incontro di presentazione, come già avviene in teatro. Abbiamo fatto entrare una classe per volta e i bambini sono stati accompagnata dai genitori, perché è importante che ci siano anche loro e si rendano conto di come funziona la scuola”. I ragazzi dopo l’igienizzazione delle mani e dopo aver indossato la mascherina chirurgica fornita dalla scuola, si sono sistemati nell’auditorium seguendo un percorso obbligato delimitato da stencil sul pavimento e accompagnato da segnaletica e materiale informativo sulle regole anti-Covid da rispettare. “Ci abbiamo tenuto ad incontrare il primo giorno i ragazzi, in una sorta di cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico” ha spiegato la dirigente scolastica. In attesa che arrivi il nuovo organico Covid, 5 docenti e un collaboratore scolastico, per le classi superiori a 21 studenti, i ragazzi resteranno a turno a casa seguendo le lezioni da remoto.