Bari, mobilità sostenibile: in arrivo altri 500 monopattini elettrici in città

Così il Comune ha voluto potenziare il servizio sulla mobilità sostenibile condivisa in città.

Altri monopattini in città. Non sono bastati i tentativi di furto o gli atti vandalici a fermare tutto. Dopo due mesi dall’attivazione, il Comune di Bari ha voluto potenziare il servizio sulla mobilità sostenibile condivisa in città. Erano mille all’inizio i monopattini elettrici messi a disposizione dei cittadini da due aziende che si occupano di mobilità sostenibile e nelle prossime settimane per le strade di Bari circoleranno altri 500 monopattini di altri brand. Offerta potenziata dunque, con maggiore garanzia di concorrenza su qualità e costi del servizio. Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche di questi monopattini diventati ormai una moda, si tratta di mezzi elettrici che possono circolare a una velocità massima di 25 km/h sulle piste ciclabili, mentre il limite è di 50 km/h sulle strade senza piste. Non si può circolare a una velocità superiore ai 6 km/h nelle aree pedonali, segnalate automaticamente dagli stessi monopattini come garanzia massima di sicurezza sia per gli utenti del servizio che per i pedoni. Nel periodo post lockdown, nell’ambito dell’emergenza sanitaria, sono aumentati gli spazi cittadini dedicati alla mobilità urbana. Si tratta delle cosiddette piste ciclabili light, presentate dal sindaco Antonio Decaro come una vera e propria “rivoluzione urbana”, con l’obiettivo di unire il trasporto pubblico al mezzo privato e sostenibile: autobus e treni dunque che coesistono con biciclette e monopattini elettrici. Dopo il completamento della ciclabile in corso Vittorio Emanuele, sarà presto completato il percorso sotto il faro di San Cataldo e quello sul lungomare Nazario Sauro.