Modugno, inaugurato il parco della legalità al posto dell’ex Bubbone

Orti urbani: nuovi spazi dedicati ai bambini

 

Un vero e proprio parco della legalità quello nato a Modugno dove, fino a qualche tempo fa, vi era un eco mostro. Una trasformazione in chiave eco sostenibile e nel pieno rispetto della legalità. Uno spazio pubblico nel quartiere Cecilia, a Modugno, al posto dell’edificio costruito abusivamente. Si conclude così il primo step della riqualificazione dell’area che ospitava l’ex ‘Bubbone’, l’ecomostro di sei piani abbattuto, dopo decenni, a novembre 2019, dall’amministrazione Magrone.

 

L’area sulla quale sorgerà definitivamente il ‘Parco della legalità’, è stata consegnata nei giorni scorsi ai cittadini e alle associazioni che vorranno prendersi cura del verde pubblico e degli orti. Simbolicamente, le chiavi sono state consegnate anche al parroco della chiesa San Pietro antistante il parchetto, don Giacomo Fazio, perché possa favorire l’accesso di cittadini e associazioni. La piazza – attualmente in un allestimento temporaneo – si configura come un “incubatore”” degli alberi del progetto definitivo. La piazza interna è perimetrata da una fascia di arbusti aromatici mediterranei ideali per ricreare un giardino sensoriale olfattivo. Tutte le essenze saranno reinserite nel progetto definitivo del Parco della Legalità. Tutte le opere di fruizione “temporanea” dell’area ripropongono con forme semplificate, quella che sarà la configurazione finale di progetto e ne anticipa la suddivisione in aree verdi e aree pedonali destinate alla socializzazione e ai rapporti di comunità. Le “zolle verdi” nel parco temporaneo sono state pensate per sperimentare un “Orto Urbano di Comunità”. A supporto delle attività dell’Orto di Comunità sono stati predisposti sistemi molto semplici per la captazione e lo stoccaggio dell’acqua piovana che, all’occorrenza, potranno essere riforniti con acqua per l’irrigazione.