Al via Bari Social Summer: attività centri estivi gratuiti per minori, adulti e anziani

Bottalico: “Sono solo alcune delle misure attivate dall’assessorato in un’ottica complessiva di cura dei singoli e della comunità”

Centri educativi estivi e laboratori di comunità. Entra nel vivo Bari Social Summer con il programma “Estate si-cura e inclusiva”, l’iniziativa che raccoglie e coordina le attività per minori, adulti e anziani nell’ambito delle attività dei Centri servizi per le famiglie (CSF) dell’assessorato al Welfare.

A coordinare le proposte dei centri e delle attività cittadine nei singoli Municipi è il progetto Animazione territoriale, promosso dal Consorzio Elpendù attraverso la sua consociata cooperativa sociale Progetto Città.

“Quest’anno Bari Social Summer assume un significato nuovo – spiega l’assessora al Welfare Francesca Bottalico -, legato alle esigenze di socialità e incontro dopo il lockdown che ha colpito soprattutto le famiglie più vulnerabili, i bambini e gli anziani sia a livello sociale sia psicologico. Bari social Summer e Famiglie in ripartenza sono solo alcune delle misure attivate dall’assessorato in un’ottica complessiva di cura dei singoli e della comunità, che speriamo possano diventare strutturali e sistemiche con il supporto della Regione e del Ministero”.

“La sospensione della scuola e delle attività educative – prosegue la coordinatrice del progetto Maria Giovanna Lupoli – ha rischiato di rendere più profonde ed evidenti le disuguaglianze fra bambini e ragazzi perché la casa, anzi, le case, dove si è rimasti separati dagli altri per tanto, troppo tempo, non sono tutte uguali e quelle più deprivate non hanno potuto ricevere il necessario supporto a garanzia dell’uguaglianza e del diritto alle pari opportunità, doveroso soprattutto nei confronti delle giovani generazioni”. I campi educativi gratuiti, diversi e diffusi in ogni Municipio, prevedono: giochi di movimento e di abilità; giochi di squadra e d’acqua; laboratori di arte; laboratori di musica; laboratori tematici su ambiente, natura, riuso e riciclo. Tra le attività destinate gli adulti, invece, cineforum, giochi musicali, passeggiate urbane, ma anche laboratori di arte e fotografia, meditazione e ginnastica dolce.

Per partecipare alle attività del Villaggio è necessario inviare una mail all’indirizzo organizzazione@progettocitta.org entro il 31 luglio.

I servizi saranno ad accesso libero fino ad esaurimento dei posti, con priorità alle famiglie e ai cittadini con disabilità ammessi al bando Famiglie in ripartenza.