Bari, protesta delle mascherine tricolori: “Basta multe e sanzioni”

Manifestanti: “Questo governo deve tornare a casa”

Cittadini, genitori, lavoratori insieme a imprenditori e disoccupati. Per il quinto sabato consecutivo scendono in piazza in tutta Italia per manifestare contro il governo Conte, contro le restrizioni alla libertà giustificate con l’emergenza sanitaria e le misure insufficienti messe in campo per far fronte ad una crisi economica e sociale senza precedenti. Non si ferma infatti la protesta delle Mascherine Tricolori. Questa volta si sono incontrati in piazza Diaz a Bari, sul lungomare a poca distanza dai palazzi istituzionali, per far arrivare il messaggio ai vertici regionali in modo ancora più diretto e che faccia eco fino a Giuseppe Conte. Tra le richieste una sanatoria per le multe elevate effettuate durante l’emergenza coronavirus, lo stop alle tasse per le imprese per tutto il 2020, soldi a fondo perduto erogati direttamente dallo Stato senza passare dalla banche, liquidità immediata per le famiglie e le fasce più deboli della popolazione, un piano di intervento straordinario per le famiglie. “Questo governo deve tornare a casa – affermano i manifestanti – la parola deve tornare al popolo. Non resteremo a guardare mentre questi incompetenti fanno a pezzi la nostra nazione”. I manifestanti hanno poi fatto sapere che a breve organizzeranno un’altra grande manifestazione nazionale per far sentire ancora una volta la loro voce.