Madonna della Bruna, Mons. Caiazzo: “La festa si deve comunque celebrare”

Sarà la Madonna della Bruna, con la sua Effige, a visitare le famiglie materane con una peregrinatio, sostando in ciascuna parrocchia per 24 ore.   Si inizierà il 31 maggio dall’ospedale di Matera

 

“Quest’anno, a causa della pandemia e delle norme restrittive governative, non possiamo celebrare la festa della Madonna della Bruna, così come è tradizione. Naturalmente la devozione del popolo materano verso la sua amata Madonna si potrà esprimere ugualmente, anche se in altro modo”, inizia così la lettera che l’arcivescovo di Matera-Irsina, Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, ha deciso di dedicare ai materani durante l’omelia della Messa Crismale di martedì 26 maggio, appuntamento trasmesso in direttamente su TRM Network.

 

“Dopo essermi consultato sia con le istituzioni civili e militari sia con il Vicario Generale, sia con quanti direttamente interessati nell’organizzare la festa, ho deciso – ha sottolineato – Caiazzo che la festa si deve comunque celebrare.

 

Sarà, infatti, la Madonna della Bruna, con la sua Effige, a visitare le famiglie materane con una peregrinatio, sostando in ciascuna parrocchia per 24 ore.

 

“Si inizierà il 31 maggio, a conclusione del mese mariano proprio con la Festa della Visitazione di Maria alla cugina Elisabetta e del tempo pasquale. L’Effige della Madonna della Bruna sarà portata nell’Ospedale “Madonna delle Grazie”. Da lì, dal primo giugno, ogni giorno raggiungerà una comunità parrocchiale”, ha spiegato l’arcivescovo.

 

I giovani della Città dei Sassi aspettano la data del 02 luglio con paricolare entusiasmo – ha voluto ricordare Mons. Caiazzo – per questo, a loro sarà dedicato un momento particolare: celebrerò la Santa Messa in piazza S. Francesco d’Assisi il 02 luglio alle ore 5.30, come da tradizione.

 

Poi la novità comunicata alla città e al popolo dei fedeli:

 

“A ricordo perenne di questo momento così sofferto per la nostra città e dell’umanità intera, tenendo presente quanto troviamo scritto nella Sacra Scrittura, istituirò ufficialmente la “Festa Solenne della Madonna SS. Della Bruna”, da celebrarsi ogni sette anni. Il rito tradizionale verrà arricchito di alcuni momenti importanti.

 

L’invito dell’arcivescovo è quello di vivere questo mese con senso di responsabilità, partecipando e mantenendo fede a tutte le normative prescritte.

 

Sarà l’Associazione Madonna SS. Della Bruna a comunicare nei prossimi giorni altre iniziative.

 

PROGRAMMA FESTA MADONNA SS. DELLA BRUNA 2020

 

Domenica 31 maggio: solennità di Pentecoste e chiusura mese mariano con la festa della Visitazione di Maria alla cugina Elisabetta. L’Effige della Madonna della Bruna in mattinata raggiungerà l’Ospedale “Madonna delle Grazie”. Alle ore 10.00 celebrazione della S. Messa presieduta dall’Arcivescovo.

 

Lunedì 01 giugno: partenza per la Parrocchia “S. Vincenzo de Paoli”

Martedì 02 giugno: Parrocchia “S. Giuseppe Lavoratore”

Mercoledì 03 giugno: Parrocchia “S. Giacomo”

Giovedì 04 giugno: Parrocchia “S. Famiglia”

Venerdì 05 giugno: Parrocchia “Maria Madre della Chiesa”

Sabato 06 giugno: Parrocchia “S. Paolo”

Domenica 07 giugno: Parrocchia “S. Pio X”

Lunedì 08 giugno: Parrocchia “Maria SS. Addolorata”

Martedì 09 giugno: Parrocchia “Cristo Re”

Mercoledì 10 giugno: Parrocchia “S. Antonio da Padova”

Giovedì 11 giugno: Parrocchia “S. Rocco”

Venerdì 12 giugno: Parrocchia “S. Agnese”

Sabato 13 giugno: Parrocchia “S. Pietro Caveoso”

Domenica 14 giugno: Parrocchia “ S. Agostino”

Lunedì 15 giugno: Parrocchia “Immacolata”

Martedì 16 giugno: Parrocchia “S. Giovanni da Matera” (Venusio)

Mercoledì 17 giugno: Parrocchia/Santuario “Maria SS. Di Picciano”

Mercoledì 18 giugno: Parrocchia “S. Giovanni Battista”

Giovedì 19 giugno: Santuario “S. Francesco di Paola”

Venerdì 20 giugno: Santuario “S. Lucia e Agata alla Fontana”

Sabato 21 giugno: Santuario “Madonna della Paolomba”

Domenica 22 giugno: Parrocchia “Maria SS. Della Bruna” (chiesa S. Francesco d’Assisi)

 

 

 NOVENARIO  IN CATTEDRALE

Ogni sera, nella Basilica Cattedrale, si alterneranno le diverse comunità parrocchiali della città, con la presenza di una categoria di persone che, in questo tempo di pandemia, ci hanno aiutati per mantenere viva la speranza della ripresa, della vittoria sul male.

 

Lunedì 23 giugno: Parrocchia di S. Agnese/S. Vincenzo De Paoli (presenza dei medici dell’ospedale e della città)

Martedì 24 giugno: Parrocchia di S. Antonio/Cristo Re (presenza degli infermieri e paramedici)

Mercoledì 25 giugno: Parrocchia dell’Addolorata/S. Paolo (presenza dei farmacisti e dei dentisti)

Giovedì 26 giugno: Parrocchia S. Rocco- S. Pietro Caveoso-S. Agostino (presenza della protezione civile)

Venerdì 27 giugno: Parrocchia Immacolata/SS. Annunziata (presenza del volontariato)

Sabato 28 giugno: Parrocchia S. Giacomo/S. Giuseppe Lavoratore (presenza di tutte le forze dell’ordine)

Domenica 29 giugno: Parrocchia Maria Madre della Chiesa/Maria SS. Di Picciano (presenza degli operatori Caritas)

Lunedì 30 giugno: Parrocchia S. Famiglia/S. Pio X (presenza di quanti lavorano nei supermercati e alimentari)

 

Martedì 01 luglio: h. 11.00 incontro dell’Arcivescovo con tutte le Autorità civili e militari

 

Mercoledì 02 luglio: h. 05.30, S. Messa piazza S. Francesco d’Assisi, con i giovani

 

11.00, solenne Pontificale, in Cattedrale

 

12.15, l’Effige della Madonna della Bruna, da S. Francesco d’Assisi viene portata nella parrocchia di Maria SS. Annunziata (Piccianello)

 

19.00, S. Messa (Piccianello). Al termine della Messa la statua della Madonna sarà riportata in Cattedrale. In piazza Duomo, si faranno i tre giri secondo tradizione, con atto di affidamento della città alla Madonna della Bruna.