Cultura e Covid-19. Potenza, Polo bibliotecario accessibile sul web

A Potenza, il nuovo Polo bibliotecario è sul web. Iniziativa decisa per la fruizione dei contenuti, in attesa che la sede apra al pubblico.

In queste settimane durante le quali tutte le istituzioni aderiscono all’invito #restiamoacasa per prevenire la diffusione del coronavirus, il nascente “Polo bibliotecario di Potenza” – denominazione provvisoria dopo il trasferimento in un unico edificio della Biblioteca Nazionale e della Biblioteca provinciale – ha deciso di offrire una serie di servizi di consultazione on line di migliaia di libri e documenti.
Nell’attesa di aprire fisicamente le porte al pubblico nella nuova sede di Santa Maria, infatti, la Biblioteca Nazionale, responsabile della direzione e gestione del Polo Bibliotecario di Potenza, primo esempio in Italia di integrazione di due istituti culturali, ha attivato e potenziato, attraverso il proprio sito www.bnpz.beniculturali.it, alcuni servizi da remoto. Obiettivo conservare ed allargare la comunità dei propri utenti con “intenso lavoro – ha evidenziato il Direttore Anna Maria Pilogallo – in vista della prossima inaugurazione del presidio”.
Tutti i residenti o domiciliati in Basilicata hanno la possibilità di iscriversi ai servizi attraverso una apposita sezione del sito. A disposizione le tantissime risorse documentarie già allocate, tra gli altri: volumi, periodici, manoscritti, mappe, audiovisivi, libri per bambini e per ragazzi, fumetti o giochi da tavolo.Oltre alla piattaforma ReteINDACO e la Biblioteca Digitale, si permetterà l’accesso gratuito a MediaLibraryOnLine, altra piattaforma web di prestito digitale a cui la Biblioteca Nazionale ha aderito insieme a circa 6 mila biblioteche pubbliche, accademiche e scolastiche in Italia e all’estero.