Coronavirus, riaprono i cimiteri di alcuni comuni nel tarantino

Nel capoluogo jonico, però, restano ancora chiusi

 

In provincia di Taranto, alcuni comuni hanno già riaperto i cimiteri comunali, sono i casi ad esempio di Massafra, Statte e San Giorgio Jonico, che consentono l’accesso, seppur contingentato in numero di ingressi e tempo di permanenza, per far visita ai defunti e effettuare le manutenzioni necessarie.

 

Una situazione possibile in comuni medio piccoli, difficilmente realizzabile invece in città popolose come Taranto. L’Amministrazione Comunale fa sapere però di aver già preso atto delle disposizioni del Dpcm del 26 aprile 2020, nonché dell’Ordinanza del Presidente della Regione Puglia del 28 aprile 2020, che tenterà di rendere esecutive in città a decorrere dal prossimo lunedì 4 maggio 2020, ma specifica che restano ancora esclusi anche gli accessi a parchi e aree ludico-sportive o balneare di pertinenza comunale.

 

Abbiamo già dichiarato – aggiunge il Sindaco Rinaldo Melucci – che da lunedì lavoreremo per aderire per quanto possibile ai provvedimenti di Governo e Regione, perché i nostri livelli di contagio sono ormai bassi e anche Taranto merita la ripartenza per la quale spinge tutta Italia. Ma torniamo ad esprimere perplessità per alcune indicazioni affrettate che rischiano di compromettere il lungo sacrificio sostenuto da tutti noi. Voglio essere chiaro – conclude il sindaco – il prossimo non è un ponte festivo con un incontrollato rompere le righe. A Taranto il lockdown totale arriva fino a tutta la giornata di domenica come da vigente Ordinanza sindacale“.

 

Felice Russo