Bari, proposta la riorganizzazione della mobilità cittadina

In vista dell’allentamento delle misure di lockdown

 

L’amministrazione comunale sta predisponendo un piano di trasporto pubblico urbano che vede la collaborazione dell’azienda municipalizzata per riorganizzar la mobilità cittadina e di tutte le attività aziendali ad essa connesse in vista del 4 maggio, data stabilita dal Governo per l’allentamento delle misure del lockdown previste per contrastare il contagio da Covid 19.

 

A seguito, quindi, delle indicazioni nazionali che prevedono un ripristino progressivo degli spostamenti dei cittadini che avrà certamente un impatto sul servizio di trasporto pubblico e sul sistema complessivo della mobilità cittadina, l’azienda ha lavorato su un piano articolato sostanzialmente su questi asset: aumento delle corse soprattutto nelle ore di punta e utilizzo di bus snodati da 18 metri per garantire il distanziamento sociale dei passeggeri, rettifiche di alcune linee con eliminazione di eventuali deviazioni poco utilizzate, riorganizzazione dei capolinea molto frequentati, incremento del servizio diurno rispetto a quello serale/notturno, dispositivi di protezione individuali (mascherine) obbligatori a bordo degli autobus, distanziamento sociale indicato su autobus e alle fermate.

 

Per quanto riguarda, invece, la gestione di alcune questioni relative alla presenza sugli autobus, sarà obbligatorio indossare la mascherina a bordo degli autobus; i sedili lato corridoio saranno inaccessibili; non si potrà acquistare il titolo di viaggio a bordo dei mezziPer quanto riguarda il servizio della sosta, l’azienda propone di riattivare il pagamento per la sosta nella aree delimitate dalle strisce blu a partire dal 18 maggio.