Coronavirus. Matera, persone all’interno del PalaSassi: il Comune chiede spiegazioni

L’assessore Giuseppe Tragni: “Doveroso verificare i fatti e valutare eventuali provvedimenti”

 

 

Scoppia la polemica politica dopo le sanzioni amministrative inflitte dalla Polizia per sette persone scoperte a svolgere attività fisica nel Palasassi di Matera.

 

L’Amministrazione comunale fa sapere di aver chiesto spiegazioni al responsabile della DM Sport Srl che attualmente ha in custodia la struttura, mentre la gestione è affidata al Comune. L’assessore Giuseppe Tragni ha sottolineato che è doveroso verificare i fatti e valutare eventuali provvedimenti.

 

Nelle scorse ore a chiedere con fermezza un intervento del sindaco sulla vicenda rispetto ai “privilegiati esclusivi fruitori” del palazzetto di viale delle Nazioni Unite ed eventualmente la revoca della custodia erano stati i consiglieri comunali Augusto Toto Giuliano Paterino Rocco Buccico Nunzia Antezza Daniele Fragasso Mario Morelli. Ciò che è accaduto all’interno di una struttura pubblica di proprietà Comunale – ha evidenziato invece Massimiliano Amenta – ex assessore allo sport – sono il segno di una tracotanza ed irresponsabilità che non ammette indulgenza, in barba a qualsiasi norma oggi in vigore.

 

Il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Antonio Materdomini, invece, ha fatto sapere di aver fatto richiesta di accesso agli atti giudicando deplorevole e potenzialmente pericoloso quanto successo in una struttura pubblica, chiedendo poi al sindaco quali azioni intenda intraprendere nei confronti dei responsabili.