Guardia Costiera, inaugurato a Bari il nuovo centro di monitoraggio satellitare

Dal capoluogo pugliese dipendono i soccorsi in mare per l’Italia, i Balcani, l’Africa Orientale, Israele e Cipro. Testimonial d’eccezione Lino Banfi

Un centro di monitoraggio all’avanguardia, in grado di controllare non solo i mari italiani e dei Balcani ma anche l’Africa orientale e il Medio Oriente, nello specifico Cipro e Israele. Tutto all’interno della direzione marittima della Guardia Costiera di Bari, integrata nel sistema satellitare internazionale Cospas-Sarsat, le cui nuove apparecchiature sono state inaugurate dall’ammiraglio Domenico De Michele.

Padrino dell’inaugurazione e Guardia Costiera ad honorem Lino Banfi, che confessa la sua passione innata e insana per il mare, soprattutto sotto forma di frutti.