Teatri: Petruzzelli, completati lavori nuova sede Fondazione

E’ stato ultimato il restauro di palazzo San Michele, nella città vecchia di Bari, uno dei due
edifici che il Comune ha dato alla Fondazione Petruzzelli per consolidarne il patrimonio. Lo stato dei lavori è stato verificato durante un sopralluogo dal sindaco della città, Antonio Decaro, che è anche presidente della Fondazione Petruzzelli, e dal sovrintendente della Fondazione stessa, Massimo Biscardi. Lo stabile diventerà presto sede della Fondazione. Ad accompagnare Decaro e Biscardi sono stati la direttrice dei lavori della Direzione regionale per i Beni culturali, Francesca Marmo, e i componenti del consiglio di indirizzo della Fondazione Corrado Petrocelli, Nicola Cipriani e Vito Mormando. Gli interventi di restauro, finanziati con 4,9 milioni di euro rivenienti da fondi Poin dell’Unione europea, Cipe statali e Pac della Regione Puglia, sono quasi terminati e hanno interessato
anche palazzo San Gaetano, pure questo conferito alla Fondazione Petruzzelli dal Comune di Bari, con una serie di interventi di messa in sicurezza. “Sono molto soddisfatto – ha sottolineato Decaro – la
Direzione regionale per i Beni culturali sta portando a termine un intervento di restauro importante e complesso che finalmente ci consentirà di riaprire le porte di palazzo San Michele a tutta la città”. Il piano inferiore è destinato ad ospitare esposizioni di reperti medievali rinvenuti durante gli scavi nella struttura, e all’organizzazione di mostre ed eventi, non solo della Fondazione ma anche del Comune. “Mi piacerebbe che la prima mostra – ha detto Decaro – fosse dedicata alle opere della Fiera del Levante”. Al piano superiore, invece, saranno trasferiti tutti gli uffici della Fondazione Petruzzelli. E’
stata già comunicata la disdetta dei contratti di affitto dei locali che finora hanno ospitato la Fondazione, un’operazione che “permetterà – ha detto il sindaco – di risparmiare 80mila euro all’anno per eliminazione dei fitti passivi. Ormai i lavori sono quasi ultimati ed entro il mese di dicembre potremo già effettuare il trasferimento degli uffici amministrativi. Il nostro prossimo obiettivo è quello di reperire il finanziamento
che ci consentirà di restituire alla città un altro edificio
storico alla città come palazzo San Gaetano”.