Ruraliadi 2016, alla compagine di Tito la terza edizione delle olimpiadi della ruralità

Sono tornate in formato concentrato le Ruraliadi, le olimpiadi della ruralità giunte alla terza edizione. Tappa unica in programma a Tito, nel potentino, con i 15 Comuni del Marmo Platano Melandro a mettersi in gioco dopo le edizioni 2014 e 2015.

Quattro le discipline in cui si sono messi alla prova i partecipanti dei comuni, quindici massimo per ogni squadra: la maratona, la ciambotta, la morra e la corsa coi sacchi. L’edizione 2016 delle Ruraliadi è cominciata con la maratona, con il ritrovo dei partecipanti in piazza del Seggio; a seguire in piazza San Laviero Martire gli altri tre giochi.

Le olimpiadi della ruralità sono state proposte quest’anno in formato “concentrato” per garantire, anche in un periodo di programmazione per i Gal, la tutela e la salvaguardia del progetto. Quest’anno l’iniziativa è nata da un protocollo d’intesa sottoscritto dai quindici Comuni del Marmo Platano Melandro, che lo scorso febbraio hanno individuato Tito come Comune capofila per la realizzazione del progetto.

L’evento è stato promosso dagli stessi Comuni, dal Csr Marmo Melandro ed è stato organizzato dalla società Iridia. A conquistare le Ruraliadi 2016 sono stati i padroni di casa di Tito. In chiusura di serata le premiazioni, il percorso eno-gastronomico Tito InTavola ed il concerto dei Basiliski Roots.