Matera 2019, grandissima partecipazione in Consiglio Comunale

Matera 2019MATERA – Da soli non si va da nessuna parte. Condivisione, partecipazione, coinvolgimento le parole d’ordine su cui devono poggiare i prossimi importanti passi verso il traguardo finale di Capitale Europea della Cultura, per il 2019.

È quanto è stato coralmente ribadito, ieri sera, nel corso della seduta del Consiglio Comunale di Matera, convocato ah hoc, all’indomani dell’inserimento della città dei Sassi, nel gruppo ristretto delle 6 contendenti italiane.

Una seduta intrisa di emozione, voglia di partecipare e di comunicare. Presenti il Consiglio, praticamente al gran completo, le associazioni e tanti semplici cittadini. Numerosi, molto più che in altre sedute, già questo un bel segno, un segno che parla di festa, di slancio, di orgoglio e di voglia di saperne di più, assolutamente da coltivare. Parole forti e cariche di significato quelle pronunciate nel corso degli interventi. Rese ancora più efficaci e incisive, proprio perché espresse all’interno di un contesto, la seduta del Consiglio Comunale, che rappresenta la massima espressione di partecipazione democratica della città.

La seduta si è aperta con il sindaco che ha raccontato il momento della scelta, con la condivsione dei concetti chiave, della responsabilità avuta insieme agli altri delegati di portare il progetto candidatura con in più il saluto della città alla commissione. E poi ancora il video, la diretta già altro segnale di una community vera che aspetta ora solo di essere ulteriormente arricchita e coinvolta. “Pentimento”.

Chi non ha sentito forte sulla propria pelle l’importanza di questa sfida, che oggi ci vede coesi ed uniti, dovrebbe avvertire questo stato d’animo. Ha ribadito il Consigliere Angelo Tosto. Ci dobbiamo impegnare tutti perchè il progetto e la prospettiva 2019 siano sentiti da tutti, non nelle parole ma nei fatti. Lo spirito, ha sottolineato, dovrà essere quello dell’orgoglio e dell’appartenenza, per promuovere la candidatura in tutti gli ambienti sociali, nelle scuole, nelle famiglie, in chiesa.

Dobbiamo crederci tutti, ha concluso, superando i pregiudizi e la supponenza di chi preferisce snobbare questo progetto. Sulla stessa lunghezza d’onda, l’intervento del consigliere Enzo Acito. Il dossier, ha detto, è frutto di scelte che sono avvenute nelle stanze di un comitato lontano dalla gente. È arrivato il momento, ha concluso, del coinvolgimento dei cittadini, perché, a parlare, d’ora in avanti, siano le emozioni e le sensazioni. Sulla necessità di ingegnerizzare la sfida si è soffermato inoltre il consigliere Angelo Cotugno. Siamo ospitali e aperti, ha fatto notare il Sindaco Salvatore Adduce, aprendo i lavori. Siamo in grado, ha ribadito, di parlare le lingue e capaci di trasformare alla radice il nostro modo di rapportarci e di coinvolgere provincia e regione. Una opportunità, ha concluso, per ridurre le distanze con l’intero territorio.

Proponiamo di seguito registrazione integrale della seduta straordinaria e urgente del Consiglio comunale di Matera, convocato alle ore 18.30 di martedì 19 novembre 2013, presso lo storico Palazzo Lanfranchi.