Santarsiero mette il silenziatore al centro storico di Potenza. Una petizione per dire “no”

Il Brindisi di Santarsiero coi portatoriPOTENZA – Qualcuno lo ha scritto “ironicamente” su Facebook: San Gerardo a Potenza è come l’Epifania, tutte le feste porta via. Sono dello stesso avviso i firmatari della petizione promossa online dall’attivissimo Alessandro Galella, storico promotore dei “Portatori del Santo” che all’ordinanza “anti rumore” del Sindaco Santarsiero, proprio non ci sta.

Il testo della petizione:

“Firma anche tu la petizione contro la decisione del Comune di Potenza di impedire l’ascolto della musica dopo la mezzanotte nel centro storico per tutto il periodo estivo.E’ ora di dire NO ad una Amministrazione Comunale sorda nei confronti delle esigenze e dei desideri dei giovani della città. Noi non vogliamo Potenza città per vecchi!

Aiutaci a diffondere questa petizione condividendola su Facebook !”

Questo invece il testo dell’ordinanza emanata venerdì scorso dal Sindaco di Potenza:

A partire dal 1° giungo e fino al 15 settembre di ogni anno a tutti i titolari di autorizzazione, anche temporanea, per l’attività di pubblico spettacolo e/o per la somministrazione di alimenti e/o bevande, nonché per l’attività di trattenimento e svago, ubicati in nell’area urbana del Centro Storico è vietato dalle ore 24.00 e sino alla chiusura effettuare qualsiasi intrattenimento musicale, ovvero altra forma di diffusione sonora, con o senza l’utilizzo di impianti di amplificazione e relativi diffusori posizionati nelle aree adibite a de hors,all’esterno dei locali, ovvero all’interno degli esercizi ma rivolti verso l’esterno.

Intanto Galella chiama a raccolta i cittadini per giovedi 6 giugno alle 17.00 in Piazza Sedile per una “manifestazione pubblica contro l’ordinanza del Sindaco che prevede il limite massimo di mezzanotte per la musica nel centro storico”.