Be.Cultour: viaggio virtuale nel Vulture Alto Bradano

Il progetto europeo promosso da Apt Basilicata e CNR per il turismo sostenibile

Un viaggio virtuale tra le bellezze paesaggistiche, storiche e culturali del Vulture Alto Bradano è l’idea selezionata e realizzata nell’ambito del progetto europeo “Be.CULTOUR Beyond CULtural TOURism”, finanziato dal programma Horizon 2020. L’obiettivo del progetto è promuovere forme di turismo sostenibile e i valori dell’economia circolare.

Il progetto, guidato dal CNR (Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo, Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale) con l’Apt Basilicata come partner italiano, si è sviluppato nel corso di due anni attraverso workshop rivolti a innovatori e imprese nei settori del turismo sostenibile e della valorizzazione del patrimonio culturale in sei aree pilota europee. Tra queste, l’area del Vulture Alto Bradano è stata scelta come area pilota per una sperimentazione territoriale.

“L’APT – afferma il direttore, Antonio Nicoletti – in qualità di partner del progetto Be.CULTOUR, ha perseguito una doppia finalità: l’intercettazione di opportunità finalizzate a innovare il prodotto turistico-culturale regionale e la sua promozione, anche attraverso il confronto con altre realtà internazionali; e la creazione di relazioni istituzionali e territoriali che rappresentino potenziali mercati di espansione”.

In Basilicata, l’area pilota del Vulture Alto Bradano, crocevia degli itinerari consolari dell’Appia e della Herculea, ha visto diverse iniziative di promozione volte a connettere Matera e l’area bradanica con Potenza e la Basilicata nord-occidentale.

Tre soluzioni innovative inerenti l’area pilota lucana sono state selezionate e hanno partecipato a un Hackathon a Bruxelles dal 7 al 9 settembre 2022, seguite da un periodo di accelerazione di quattro mesi. Tra queste, sono state realizzate le iniziative “cammino lucano” e “FlyOn”. La prima consiste in un video dedicato alla mobilità lenta, disponibile sui canali web di Basilicata Turistica, mentre la seconda è una piattaforma immersiva che permette di visitare il patrimonio del Vulture Alto Bradano attraverso pc, smartphone e oculus.

Ogni territorio del Vulture Alto Bradano è stato rappresentato con scenari esplorativi che includono: una scena Virtual Tour di partenza con foto a 360° aerea, un video Tour Immersivo esplorativo aereo con audio, tre foto a 360° di punti di interesse storici e due video a 360° di punti di interesse storico con voce narrante.

Il progetto è disponibile online all’indirizzo https://www.flyvr.it/.

Una dimostrazione per un tour virtuale con oculus sarà offerta durante la conferenza conclusiva del progetto Be.Cultour, in programma il 4 giugno al Teatro Stabile di Potenza. Il progetto sarà poi presentato alla conferenza internazionale di BeCULTOUR a Napoli, il 5-6 giugno, alla presenza di tutti i partner europei.