Calcio, per Ternana-Bari vietati i biglietti ai pugliesi: la decisione del prefetto dopo i disordini del 2023

Il prefetto di Terni, Giovanni Bruno, ha disposto il divieto di vendita ai residenti in Puglia dei biglietti per la partita Ternana-Bari di giovedì 23 maggio che si disputerà, allo stadio ‘Liberati’ di Terni, gara di ritorno della finale playout di serie B 2023/2024.

Il Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive, con determina numero 19 del 13 maggio 2024 – spiega la Prefettura – ha infatti evidenziato all’Autorità provinciale di pubblica sicurezza di Terni che sussiste il concreto pericolo di turbative per l’ordine e la sicurezza pubblica, tenuto conto dei “gravi episodi” verificatisi in occasione della gara del 19 marzo 2023 disputata a Terni. Prima dell’inizio dei quella gara c’erano stati disordini tra le tifoserie a seguito del tentativo dei supporter baresi di incendiare uno striscione sottratto agli ultrà ternani. Gli scontri sono proseguiti al termine della gara e in quella circostanza erano stati feriti anche alcuni operatori delle forze dell’ordine.

Questi episodi – spiega ancora la Prefettura – hanno inasprito il clima di già forte rivalità tra le tifoserie, rendendo necessaria, per le partite successive, l’adozione di provvedimenti di rigore finalizzati a vietare la presenza di tifosi ospiti.