La Basilicata protagonista alla Milanesiana

In occasione della 25ª edizione de La Milanesiana, la Basilicata si distingue con una mostra sui fumetti di ambientazione lucana e un volume che esplora l’arte nei borghi della regione. Gli eventi mirano a valorizzare il patrimonio culturale lucano.

La Milanesiana, rassegna culturale di fama internazionale, accoglie nuovamente la Basilicata tra i suoi protagonisti. Nella conferenza stampa tenutasi al Piccolo Teatro Grassi di Milano, Antonio Nicoletti, direttore di Apt Basilicata, ha svelato i dettagli degli eventi dedicati alla regione nel contesto della 25ª edizione del festival.

Quest’anno, La Milanesiana esplorerà il tema “La timidezza (e i suoi contrari)”, offrendo come sempre un’ampia gamma di discipline culturali e scientifiche. La Basilicata contribuisce con due iniziative: la mostra “Basilicata, una terra tra le nuvole” e il libro “Basilicata. Curiosità d’arte attraversando i borghi lucani”, a cura di Gabriele Scarcia.

La mostra propone un’immersione nell’universo dei fumetti che hanno come sfondo la Basilicata, mettendo in luce la relazione tra il territorio e questa forma d’arte. Dagli anni Novanta, la regione ha iniziato a emergere come fonte di ispirazione per storie e atmosfere originali, con contributi di autori e editori di rilievo.

Parallelamente, il volume curato da Scarcia invita a un viaggio tra le opere d’arte “minori” dei borghi lucani, rivelando un patrimonio culturale ricco e autentico, spesso trascurato dalle narrazioni ufficiali. Quest’opera nasce dalla ricerca approfondita e dall’intento di stimolare la curiosità verso i luoghi e le storie della Basilicata.

Entrambe le iniziative riflettono un approccio innovativo nel raccontare la regione, attraverso la valorizzazione della sua cultura, la lentezza e l’autenticità.

Il servizio di Antonella Losignore