“Donne resistenti 1936 – 1945”: a Ruvo di Puglia la mostra che racconta le donne che hanno combattuto il fascismo

Raccontare il ruolo delle donne nella lotta antifascista durante l’opposizione al regime in Italia e Germania, la guerra civile in Spagna e la Resistenza europea. Questo lo scopo di “Donne resistenti 1936 – 1945”, la mostra internazionale fotografica e documentaria che, dopo l’esposizione al Museo Civico di Bari e le precedenti tappe in Francia e in Spagna, arriva a Ruvo di Puglia, ospitata fino al prossimo 3 maggio all’interno del Museo di Libro di Palazzo Caputi. Organizzata dal Comune di Ruvo di Puglia-Assessorato alla Cultura insieme ad ANPI sez. Ruvo di Puglia, la mostra rientra tra le iniziative culturali programmate dall’Amministrazione Comunale per celebrare la Giornata Internazionale per i diritti delle donne dell’8 marzo e quella della Liberazione dell’Italia del 25 aprile. “Un’iniziativa pensata per attivare un’attenzione in più sul ruolo delle donne che hanno combattuto i fascismi in tutta Europa – come ha ricordato l’assessora alla Cultura del Comune di Ruvo di Puglia Monica Filograno – e che consente di connettere le vicende internazionali a quelle locali, le storie di donne che hanno fatto la resistenza in Francia, Germania, Spagna e tutta Italia con quelle di donne che hanno vissuto e operato nella nostra regione. Lo facciamo – prosegue Monica Filograno – sì per le generazioni più giovani e per consentire la partecipazione delle scuole, ma anche per tutte e tutti noi adulti perché l’antifascismo è la base della nostra Repubblica e della democrazia in cui viviamo e la conoscenza storica dei suoi processi e delle biografie di chi ha vissuto nel secolo scorso merita sempre una attenzione speciale. Non solo intorno al 25 aprile.”