La seconda edizione de “L’Italia delle Regioni” prende il via a Torino

Quattro giorni di incontri istituzionali e momenti culturali per esplorare e valorizzare le specificità delle Regioni e Province autonome italiane

Dal 30 settembre al 3 ottobre, la città di Torino ospita la seconda edizione de “L’Italia delle Regioni”, un evento di rilevanza nazionale organizzato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome in collaborazione con la Regione Piemonte. Il fine principale è quello di instaurare un dialogo costruttivo con gli interlocutori istituzionali, pubblici e privati, per elaborare proposte volte a valorizzare le specificità delle venti Regioni e delle due Province autonome italiane.

Nel pomeriggio di ieri, Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia e vicepresidente della Conferenza delle Regioni, ha preso parte all’inaugurazione del festival. Emiliano ha sottolineato l’importanza di quest’iniziativa come mezzo per spiegare ai cittadini il ruolo che le Regioni e le Province autonome svolgono nell’ambito della programmazione, della gestione della spesa e della coesione sociale, nonché nella connessione con l’Unione Europea.

La manifestazione di quest’anno si articola in due fasi. Durante il fine settimana, Piazza Castello a Torino diventa un “villaggio delle regioni”, dove vengono presentate le eccellenze territoriali attraverso degustazioni e incontri. Il 2 e 3 ottobre, invece, saranno dedicati a incontri istituzionali che vedranno la partecipazione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni.

A margine dell’evento, si sono tenute anche attività culturali. L’Orchestra Popolare Notte della Taranta ha offerto due flash mob, immergendo il pubblico nel ritmo ipnotico della pizzica e del tamburello. Allo stesso modo, il governatore della Basilicata Vito Bardi ha partecipato a un monologo e alla presentazione della barretta “Cosetta”, simbolo della capacità imprenditoriale giovanile lucana.