Frana a Maratea: i lavori sulla ss 18 ‘in dirittura d’arrivo’

I lavori sulla ss 18 – a Maratea (Potenza) chiusa in un tratto dallo scorso novembre a causa di una frana – “sono in dirittura d’arrivo e la strada riaprirà per metà luglio, anche con qualche giorno d’anticipo sul cronoprogramma prefissato”. Lo hanno detto, in una nota congiunta diffusa dall’ufficio stampa della Giunta lucana, l’assessora regionale alle Infrastrutture, Donatella Merra, e il commissario per l’emergenza e sindaco della Perla del Tirreno, Daniele Stoppelli, a margine di una riunione del Tavolo emergenziale, a cui hanno partecipato anche dirigenti dell’Anas. Per Merra e Stoppelli, “gli esiti dell’incontro sono andati oltre le più rosee aspettative. Un plauso va rivolto ad Anas che ha operato in tempi record per garantire la percorribilità della ss 18, dopo che la frana del costone di Castrocucco, alla fine del novembre scorso, aveva pesantemente danneggiato la sede stradale, tenendo tutti con il fiato sospeso. Siamo stati in grado – hanno proseguito – di rispondere alle esigenze collettività di Maratea e dei numerosi turisti che visitano e affollano in estate le sue spiagge ricorrendo a soluzioni innovative e adottate in tempi rapidi, in una fase delicata in cui tutto il nostro territorio è stato messo sotto stress da ripetuti fenomeni di dissesto alimentati da eventi atmosferici avversi”. Nel comunicato è inoltre sottolineato che “la settimana prossima verranno firmati a Roma, con il Mit il Dipartimento nazionale di Protezione Civile, l’Anas, la Regione Basilicata e il Comune di Maratea, gli atti di Convenzione per gli interventi già realizzati e da realizzare finalizzati al ripristino completo della strada che proseguirà nei prossimi mesi e il Protocollo di gestione per la sicurezza e la riduzione del rischio per questa estate. Un sistema di monitoraggio e di allerta h24, affidato a esperti del settore, garantirà la sicurezza dell’utenza che percorrerà l’arteria. Si tratta di un apparato integrato di avviso e risposta rapida, tecnologicamente adeguato e avanzato, che si attiva all’occorrenza, al fine di tutelare pienamente la pubblica incolumità”. L’assessora regionale e il sindaco si sono detti “soddisfatti dei risultati fin qui raggiunti e di aver contribuito con i nostri sforzi a salvaguardare l’estate di Maratea, fiore all’occhiello delle coste lucane, in un periodo dell’anno fondamentale – hanno concluso Merra e Stoppelli – per gli operatori del settore turistico e per tutta la cittadinanza”.