Potenza, Cannizzaro (Noi con l’Italia) presenta proposta legge su riorganizzazione territoriale uffici giudiziari

Riorganizzare la distribuzione territoriale degli uffici giudiziari. È l’obiettivo di una proposta di legge che già nel 2020 era stata presentata da 12 parlamentari, tra cui l’onorevole veneto, Renzo Tondo di “Noi con l’Italia”.
Oggi, lo stesso Tondo, ha simbolicamente passato il testimone per rinnovare l’iter di approvazione della norma al coordinatore regionale di Noi con l’Italia, il consigliere Comunale di Potenza e prossimo candidato alle elezioni nazionale tra le fila del partito di Lupi, Francesco Cannizzaro.
Un incarico, considerato anche che Cannizzaro svolge la professione di avvocato, che è stato accettato dall’ex presidente del consiglio comunale del capoluogo di regione lucano, che ha voluto incontrare addetti ai lavori e stampa per presentare gli obiettivi della Pdl.
La necessità di modificare il tessuto normativo deriva da quanto accaduto nel 2012, a seguito della riforma della geografia giudiziaria, che di fatto ha portato alla chiusura dei tribunali minori ed alla soppressione delle sedi distaccate per favorire l’accentramento dell’amministrazione della giustizia.
In discussione quindi, ci sono i criteri che sono stati stabiliti per procedere alla sospensione ed all’accorpamento degli uffici, con conseguenze, come nel caso del territorio lucano, della chiusura di Tribunale in città strategiche, come Melfi, dove è anche presente un istituto penitenziario di massima sicurezza.
Una simile riforma, ha aggiunto Cannizzaro porterebbe anche ad un miglioramento della macchina della giustizia.