Regione Basilicata, Mobilità elettrica: prorogata di un mese scadenza avviso pubblico per imprese turistiche

La Regione Basilicata ha prorogato di un mese, fino al 14 di ottobre, l’Avviso che prevede contributi a fondo perduto per l’acquisto di veicoli elettrici strumentali all’attività svolta dalle imprese e per il quale la Giunta regionale ha stanziato un milione e centomila euro per favorire la transizione ecologica, attraverso la mobilità elettrica, delle micro, piccole e medie imprese del settore turistico della Basilicata. “Si è voluto concedere altro tempo alle imprese per utilizzare appieno questa misura volta a potenziare la mobilità elettrica – ha dichiarato l’assessore regionale all’Ambiente e all’Energia, Cosimo Latronico – che ci aiuta a sperimentare modelli di mobilità alternativa che possano qualificare, dal punto di vista ambientale e dal punto di vista dei servizi, le nostre strutture turistiche”. A ciascun operatore è consentito l’acquisto di massimo 5 veicoli, per un importo di contributo per ciascun veicolo non superiore a 15 mila euro e fino ad un massimo di 75.000 euro. Per le biciclette a pedalata assistita l’acquisto è consentito solo a coloro che svolgono attività di noleggio di biciclette e deve riguardare l’acquisto di un numero minimo di 5 biciclette, per un importo massimo di contributo non superiore a 15 mila euro. L’Avviso prevede che saranno premiate le imprese che procederanno alla rottamazione di precedenti veicoli a motore alimentati da combustibili fossili. Entro 5 giorni naturali consecutivi successivi alla chiusura dello sportello, sarà pubblicato l’elenco delle domande che possono essere istruite, definito a seguito di punteggi auto attribuiti dal richiedente in sede di presentazione della domanda, sulla base di una griglia di valutazione contenuta nell’Avviso. Successivamente Sviluppo Basilicata procederà alla verifica e alla sussistenza dei punteggi e alla definizione della graduatoria definitiva. Saranno finanziate le istanze collocate in posizione utile, fino a concorrenza della dotazione finanziaria dell’Avviso, che potrà comunque essere integrata dalla Regione Basilicata.