Energia: sindaco di Matera spegne i condizionatori del Comune

A causa dell’aumento dei costi della bolletta energetica, il sindaco di Matera, Domenico Bennardi (M5S), ha disposto lo spegnimento dell’impianto di condizionamento d’aria nel Municipio e di alcuni pali della pubblica illuminazione, “particolarmente energivori”, nei pressi dell’edificio di via Aldo Moro. ”L’aumento dei costi dell’energia – ha spiegato Bennardi – è diventato insostenibile a giudicare dagli aumenti delle ultime bollette, con aggravi di spesa sul bilancio comunale, che ci indurrà a rivedere con una serie di azioni i costi su altre strutture. Ed è giusto che l’amministrazione comunale dia il buon esempio ai cittadini, che saranno chiamati a fare la propria parte”. Il sindaco ha anche aggiunto di essere preoccupato per l’aumento della bolletta del gas e delle materie prime per l’edilizia o per le forniture per le mense scolastiche. ”Occorrono – ha aggiunto Bennardi – emendamenti governativi specifici per i Comuni, soprattutto per quelli come il Comune di Matera che ha a proprio carico molte utenze per strutture particolarmente energivore, dove da anni si doveva lavorare per un programma di decarbonizzazione ed efficientamento energetico. L’amministrazione sta lavorando da mesi a due progetti di efficientamento energetico, con l’assessore all’innovazione Angelo Cotugno, uno molto importante sulle comunità energetiche per il quale si sta mettendo a punto – ha concluso il primo cittadino – il regolamento e l’altro di efficientamento e sostituzione a Led di tutta l’illuminazione pubblica”.