Carabinieri in Basilicata: Operazioni di respiro internazionale senza dimenticare prossimità

Arrestate 199 persone in flagranza di reato e 222 su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, 4.617 deferite a piede libero. Spiccano, 31 arrestati e 304 deferiti per reati di violenza di genere, dei quali 149 per maltrattamenti in famiglia, 21 violenza sessuale e 87 atti persecutori, con la conclusione dell’indagine internazionale sulla tratta di esseri umani chiamata “Women Transfer”.

Ben 116 gli accertamenti patrimoniali, 69 le persone deferite a piede libero ed il sequestro di beni mobili ed immobili per circa 3,5 mln di euro. Ed ancora, sequestrati circa 100 chilogrammi di stupefacenti del valore di circa 390 mila euro e 3 immobili del valore di 1,2 mln di euro, nella disponibilità di sodalizi dediti al traffico e spaccio. In questo senso si sono volte le operazioni Octopus – messa in piedi durante il lockdown con diramazioni estere – e Idra ha coinvolto gruppi di stranieri di Potenza e Val d’Agri.

E’ quanto emerso nell’ultimo consuntivo della Legione Carabinieri “Basilicata” in occasione del 208esimo anniversario della fondazione dell’Arma. “La nostra è una presenza costante, dimostrata durante l’emergenza Covid – ha detto a margine il Comandante e Generale di Brigata Raffaele Covetti. In giornata, ritorno anche della cerimonia presso la Caserma Lucania nel capoluogo regionale con le massime autorità e deposizione di una corona d’alloro ai caduti.