Sottoscritto in Puglia un protocollo che consentirà la nascita di un centro per consentire diagnosi precoci

La Puglia sempre più all’avanguardia in ambito sanitario. Sottoscritto un protocollo tra Regione Puglia, Università degli studi di Bari e Università di Brescia che sancisce l’inizio di un percorso di studio e ricerca nel campo della medicina precoce che consente di diagnosticare un numero considerevole di patologie sia umane sia del mondo vegetale attraverso campioni anche salivari attraverso strumenti che riescono a individuare anche una singola molecola.

Da questa ricerca, curata dalla professoressa Luisa Torsi dell’Uniba, nascerà il centro regionale in cui avverrà l’attività diagnostica.

La ricerca porterà la professoressa Torsi a Vienna dove, accompagnata dal presidente Emiliano, riceverà il premio Wilhelm Exner Medal. Premio che in passato è stato vinto da numerosi ricercatori che poi si sono aggiudicati il Nobel.

Inoltre, nel corso della conferenza stampa, Emiliano ha anticipato come la Puglia sarà pioniera nel campo della telemedicina e si occuperà di gestire tutta la rete nazionale.