In cammino verso la Santa Pasqua: nuovo format di TRM Network

Nuovo progetto editoriale che abbraccia il periodo di Quaresima e della Santa Pasqua

E’ partito anche da Matera l’invito di Papa Francesco a pregare e digiunare contro la violenza della guerra in Ucraina e in ogni terra martoriata dai conflitti. In Cattedrale, con monsignor Caiazzo, la celebrazione eucaristica e il rito delle ceneri. La ricorrenza segna l’inizio della Quaresima, il periodo di preparazione che, per la religione cattolica, prelude alla Pasqua.

Mai come quest’anno sarà un momento forte di riflessione e di preghiera, l’avvio di un cammino di rigenerazione spirituale per preparare adeguatamente la mente e il cuore alla resurrezione, tempo propizio per “fare il bene”.

Anche per questo, dopo la prima esperienza di collaborazione editoriale in tempo di Avvento e per tutte le festività natalizie, TRM Network prosegue il cammino di approfondimento compiuto con la Conferenza Episcopale di Basilicata. Si apre, dunque, un nuovo progetto editoriale che abbraccia il periodo di Quaresima e la Santa Pasqua dal titolo: “Sulla strada verso Emmaus, luogo di ascolto e di incontro…”.

Il format prevede la realizzazione di sei reportage diocesani che scandiranno le diverse settimane e una programmazione nei giorni di sabato e domenica fino alla diffusione in diretta della Santa Messa in occasione della Santa Pasqua e del Lunedì dell’angelo.

Protagonista del racconto di apertura, il 5 e 6 marzo, sarà l”Arcidiocesi di Potenza – Muro Lucano – Marsico Nuovo

Comunione, missione e partecipazione, un reportage coinvolgente, fatto di immagini e testimonianze, sull’opera di discernimento e ricerca della volontà di Dio verso la Santa Pasqua. Al pensiero dell’Arcivescovo, Monsignor Salvatore Ligorio, seguirà il lavoro nelle parrocchie con viva partecipazione dei gruppi di preghiera, coordinato dai rappresentanti del Sinodo Diocesano, ed ancora, la solidarietà verso il prossimo portato avanti dalla Caritas, dalle difficoltà quotidiane per l’emergenza pandemica fino al sostegno ai profughi della guerra in Ucraina.