Guerra in Ucraina, le iniziative dalla Puglia

Il “no” alla guerra in tutte le lingue del mondo, ma anche espresso attraverso gesti di solidarietà e iniziative. Tra queste la musiche: il linguaggio universale che unisce i popoli in segno di pace, in un senso di comunione e riflessione per quello che sta accadendo nel cuore dell’Europa.

Tra le ultime iniziative, a Bari sul sagrato della chiesa di San Ferdinando si sono dati appuntamenti gli artisti di Bari, riuniti in un concerto. Una veglia per la Pace con il Coro del Faro. Per l’occasione i cittadini che hanno partecipato sono stati invitati a presentarsi con una candela in segno di pace.

A Fasano, invece, il primo cittadino Francesco Zaccaria, accoglierà questa sera l’orchestra da camera Ucraina, omaggiandola con la donazione di un ulivo. L’ulivo, simbolo per eccellenza della Puglia ed emblema di pace, sarà donata per essere piantare a Kiev, non appena possibile, con l’augurio che possa far germogliare il seme della speranza.

L’appuntamento nella città in provincia di Brindisi con la musica è per questa sera: prima dello spettacolo il sindaco darà il benvenuto, a nome di tutti i cittadini, ai musicisti con l’augurio che dalla Puglia possa partire un messaggio di speranza: “Sarebbe bello – dice Zaccaria – se la politica internazionale, i rapporti tra gli Stati e i popoli fossero guidati dal linguaggio universale della musica, con uno spartito di dolcezza e di gentilezza, di pace e di bellezza. Come la bellezza dei nostri alberi di ulivo”.

L’auspicio del sindaco è quello di poter far piantare l’albero dell’ulivo a Kiev, in un paese si spera presto libero, democratico e in pace.