Bari, protocollo tra Comune e associazione Penelope per il monitoraggio delle persone scomparse

Sarà sottoscritto fra qualche giorno il protocollo d’intesa tra il Comune di Bari e l’associazione Penelope Puglia, con l’obiettivo di promuovere un coordinamento interistituzionale in grado di favorire una maggiore consapevolezza e un efficace monitoraggio del fenomeno delle persone scomparse. L’associazione, infatti, da anni si occupa, a titolo gratuito, di sostenere e supportare le famiglie delle persone scomparse, promuovendo anche attività di sensibilizzazione della cittadinanza al tema e sostenendo percorsi di informazione e formazione sulle problematiche connesse alla scomparsa delle persone, volontaria e involontaria, e sulle conseguenze giuridiche e psicologiche che ricadono sulle famiglie, anche attraverso il supporto di esperti qualificati e pubblicazioni. Obiettivo principale dell’associazione è far sì che queste persone non vengano dimenticate.

Alla luce di questo, l’assessorato al Welfare ha approvato nelle scorse ore lo schema del protocollo. Con la firma dell’intesa sarà quindi avviata un’azione pilota di prevenzione e sostegno rivolta soprattutto agli anziani con forte disagio socio-psicologico, un intervento che rientra anche nel Piano cittadino per la terza età, il sostegno all’invecchiamento attivo e il contrasto alle solitudini. “Siamo molto soddisfatti – ha dichiarato Annalisa Loconsole, presidente dell’associazione – perché decolla in Puglia il primo progetto sperimentale finalizzato a prevenire la scomparsa di persone affette da patologie neurodegenerative un’esperienza di inclusione sociale e sostegno alle famiglie e ai caregiver”.