Torino, un successo l’esposizione nel Duomo per il Presepe monumentale della Basilicata

Lunghe code di visitatori all’ingresso del Duomo e l’interesse di tutte le tv nazionali. Grande successo a Torino per il Presepe monumentale della Basilicata realizzato dal maestro presepista Francesco Artese, con “il mistero della Natività che rivive nel paesaggio eterno dei Sassi di Matera, Patrimonio dell’Umanità”.

Oltre 120 i personaggi su 40 metri quadri . L’opera rende anche omaggio ai “santi sociali” del Piemonte, come don Giovanni Bosco ed il suo allievo Domenico Savio, il beato Pier Giorgio Frassati e Giuseppe Cottolengo. L’iniziativa è dell’Agenzia di promozione territoriale della Basilicata con il patrocinio del Comune di Torino. Il presepe di Artese fu esposto per la prima volta ad Assisi, nel 2009; poi in piazza San Pietro, a Roma, nel 2012; al Quirinale, dal 12 dicembre 2018 al 5 gennaio 2019; nella cattedrale di San Patrizio, a New York, nel 2015, e nella basilica di Santo Spirito, a Firenze, nel 2017.

L’opera resterà in mostra nella cattedrale di Torino fino al prossimo 2 febbraio 2022, tradizionale ricorrenza della Candelora.