Ripristinata condotta schema idrico agri Frida, ma in alcuni comuni del materano le scuole restano chiuse

Acquedotto Lucano ha comunicato ai comuni del materano dello schema idrico Frida, di aver effettuato il ripristino già il 30 novembre. Sono state riempite le condotte principali, ma dal momento che la rottura ha provocato l’ingresso di molta terra, la torbidità elevata non ha consentito l’immissione nelle reti domestiche e aziendali e così ancora per tutta la giornata di mercoledì è stato necessario portare il livello di potabilità entro i limiti prescritti.

Moltissimi i disagi delle popolazioni dei 15 comuni interessati dalle sospensioni idriche, spesso mal comunicate, e senza un tempestivo intervento delle autobotti. E molti sindaci in questi giorni hanno criticato aspramente la gestione delle comunicazioni di Acquedotto Lucano.

Tutto, ha avuto origine da un “movimento franoso verificatosi in contrada Trimitito nel comune di Ferrandina” che ha determinato la rottura della condotta adduttrice che ha compromesso l’erogazione verso i serbatoi cittadini di Ferrandina, Pomarico, Miglionico, della zona rurale di Montescaglioso, Grassano, Grottole, Salandra, Calciano, Oliveto Lucano, Garaguso, Stigliano, Accettura, San Mauro forte, Cirigliano e Gorgoglione.

Il problema è stato risolto e l’acqua sta ritornando pian piano nelle case della popolazione di questi comuni anche se a scopo cautelativo in diverse scuole è stata sospesa l’attività in presenza