Aliano 2024. Presentato dossier “Sguardi Oltre Confine”

 

Il coraggio di perseguire sulla strada della valorizzazione della propria identità insieme a quella di altri territori lucani, dal punto di vista ambientale, culturale e sociale. Proprio nelle aree interne, scommessa nazionale su cui puntano le risorse del PNRR.
Alla presenza di numerosi amministratori locali del Potentino e Materano, il paese di Aliano ha presentato il dossier di candidatura quale Capitale Italiana della Cultura 2024, la seconda sfida dopo averci provato già nel 2018.
Dalla montagna materana, il noto confino durante il fascismo del poeta e medico Carlo Levi e meta dei Calanchi, punta così alla partecipazione attiva della comunità, fare rete, potenziare ricettività ed attrattivitá, dotare di tecnologie i contenitori culturali, estendere connessioni infrastrutturali – in primis digitali – ed avvalorare la sostenibilità. Tutti i dettagli sono emersi durante un evento tenutosi presso l’auditorium. Ampio il sostegno di soggetti istituzionali e realtà operanti sul territorio. Tra i componenti del gruppo di progetto per la redazione del dossier – Aliano 2024, Sguardi Oltre Confine – intervenuti Annalisa Percoco della Fondazione Enrico Mattei ed Ennio De Lorenzo del GAL Lucania Interiore.
Esempio da perseguire, quanto accaduto con l’esperienza europea di Matera 2019. Ben 23 le città in lizza per l’ambito titolo di Capitale italiana della Cultura 2024: il prossimo 18 gennaio si conosceranno le dieci finaliste ed a marzo la vincitrice che riceverà un milione di euro.