Molestie sul lavoro, indagine della Regione Puglia: 80 impiegate e 18 uomini hanno riferito di averle subite

Sessantanove donne e 16 uomini in Giunta, 11 e 2 uomini in Consiglio, hanno affermato di avere personalmente subito molestie sul luogo di lavoro. E’ quanto emerge dalla ricerca promossa dall’assessore regionale al Personale Gianni Stea in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. L’indagine conoscitiva è stata presentata dal presidente della regione Puglia Michele Emiliano. Si tratta di una ricerca sul fenomeno delle violenze di genere, molestie e mobbing all’interno degli uffici della Regione Puglia, promossa anche dall’ufficio statistico regionale e dal Cug, Comitato unico di Garanzia.

Hanno risposto ai quesiti 1.075 dipendenti su 2.528 (il 42,5%), di cui 1007 su 2374 inviati tra gli impiegati della Giunta e 68 su 154 del Consiglio regionale. Per quanto riguarda il concetto di “discriminazione” hanno risposto di conoscerlo “molto” o “abbastanza” il 91,6% degli intervistati della Giunta e l’85,3% del Consiglio. Dati leggermente inferiori, invece, per il “linguaggio di genere” con rispettivamente il 69,6% e il 69,1%.