Presentata a Potenza la Giornata mondiale dell’Infanzia

Iniziativa in presenza alla Domenico Savio di Potenza

Mettere al centro dell’agenda istituzionale della Regione Basilicata la centralità dei giovani e della scuola: è questo l’obiettivo della manifestazione che sabato 20 novembre coinvolgerà gli istituti lucani in occasione della “Giornata mondiale dell’infanzia e dell’adolescenza”.

L’iniziativa è stata presentata stamani, a Potenza, in un incontro con i giornalisti che si è tenuto nel Dipartimento alle politiche di sviluppo della Regione dall’organizzatore, Tomangelo Cappelli, e della consigliera di parità, Ivana Pipponzi. Evento in presenza all’istituto comprensivo “Domenico Savio”, di Potenza, con la partecipazione, da remoto, delle scuole della regione e la presentazione del “Manifesto d’amore per un mondo migliore”. Nella scuola potentina ci saranno il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ed il Sottosegretario all’Editoria, Giuseppe Moles, per affrontare diversi temi, tra cui – hanno spiegato gli organizzatori – “quello fondamentale della tutela e del rispetto dei diritti dei giovani e degli adolescenti”. L’obiettivo – ha spiegato Cappelli – sarà anche quello di “dare la possibilità agli adulti, attraverso i ricordi, di rimandare alla loro fanciullezza”. Per questo motivo, è previsto il collegamento da remoto con il commissario straordinario all’emergenza covid-19, il generale Francesco Paolo Figliuolo, che da bambino ha frequentato proprio la scuola Domenico Savio. Durante la diretta rivedrà alcuni suoi ex compagni di classe oltre che, Osvaldo Tagliavini e Caterina Potenza, i suoi maestri dell’epoca delle scuole elementari. “I divari – ha detto Pipponzi – partono già dall’infanzia e poi si riverberano nell’età adulta, ben vengano, pertanto, iniziative come questa – ha concluso – volte a formare e sensibilizzare le coscienze, per una cultura dell’inclusione, della parità e delle pari opportunità”.